Per l’uomo libero non c’è posto nella società.

Ho adorato la libertà da quando ero bambino.

Non volevo andare all’asilo

Non volevo andare a scuola

Non volevo andare in chiesa

Ho pensato di essere strano, diverso.

Mi dicevano:

Devi andare a scuola altrimenti diventi asino

Devi andare in chiesa altrimenti sarai un peccatore

Ubbidivo agli adulti, non senza protestare.

Dentro di me soffrivo ogni volta che ero costretto a rinchiudermi in qualche luogo comune.

Dentro di me qualcosa si ribellava.

Al tempo non sapevo cosa fosse.

Pensavo fossi una persana cattiva, con intenzioni controverse.

Adesso ho capito che la mia è sempre stata voglia di libertà.

La voglia di non far parte di un’etichetta.

La voglia di giocare all’aria aperta.

La voglia di non stare chiuso a fare sempre le stesse cose.

La voglia di non identificarmi in un gruppo, in una setta.

Non ho mai avuto paura della libertà.

Ho avuto paura del giudizio degli altri.

Per molti essere libero è difficile.

Molti hanno la necessità di appartenenza, per sentirsi protetti, per non avere paura.

Come si può aver paura della libertà!

Come si può aver paura della vita!

Per un momento, lascia andare tutto e tutti, e sentiti libero 🙂

Benny Fera psicologo dislessico e autore

I miei libri:

Il bambino dimenticato (autobiografico)

Benny fuori classe

Come vivere da dislessico

Dislessia: quale scuola?

Annunci

Commenti Facebook

Posted by Benny Fera

Psicologo dislessico e autore del libro bestseller "il bambino dimenticato". Si occupa di sensibilizzazione e formazione sui Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA)

2 Comments

  1. Eleonora Ruda 4 Maggio 2017 at 20:15

    Ciao Benny mi identifico in te sono molto contenta di aver capito anch’io il motivo di essere diversa anche se è dura non farsi capire bene dagli altri sarà xche non sono riuscita continuare gli studi ho 40 anni mi hanno respinto tantissime volte purtroppo buon lavoro e grazie del tuo impegno

    Rispondi

    1. Ciao Eleonora, molto piacere di conoscerti 🙂 la vita ci mette davanti a degli ostacoli perché ci vuole far capire di cambiare direzione 😉
      Un abbraccio e a presto
      Benny

      Rispondi

Rispondi