Ho sofferto troppo in passato!

Il mio essere diverso mi ha reso la vita piena di ostacoli.

Oggi ho scelto di essere felice!

Oggi ho scelto me stesso.

Mi sono scrollato di dosso il giudizio degli altri!

Oggi per niente al mondo cederei il passo alla sofferenza.

Benny

Annunci

Commenti Facebook

Posted by Benny Fera

Psicologo dislessico e autore del libro bestseller "il bambino dimenticato". Si occupa di sensibilizzazione e formazione sui Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA)

4 Comments

  1. Condivido bravo

    Rispondi

    1. avanti cosi 😉
      grazie Gabriel

      Rispondi

  2. Penso che ognuno di noi abbia avuto sofferenze, anche legate alla scuola, durante l’infanzia. Dopotutto il primo della classe, in genere, era uno. Ed in famiglia c’era il fratello “bravo a scuola”. Non era certo un problema solo per i dislessici. Come psicologo può dire qualche parola anche per “gli altri”?

    Rispondi

    1. Ciao Maresa, in effetti a volte faccio fatica ad andare oltre le mie esperienze e mi rendo conto di quanto può essere soggettiva un’esperienza. Sono davvero convinto anche io che TUTTI in qualche modo portiamo dentro delle ferite e sarebbe bene farle conoscere al mondo per migliorare la vita della gente. In effetti la dislessia è solo un’etichetta, ma la sofferenza può partire per qualsiasi motivo, anche per il fatto di essere molto bravi a scuola e di dover sempre dimostrarlo. Detto questo penso che “gli altri” non esistono, esistono individui ognuno con i suoi dolori e le sue gioie, e tra questi vi sono persone coraggiose che hanno il coraggio di aprirsi e parlare al mondo del proprio dolore. Penso che farò una diretta Facebook in merito 🙂 grazie per il messaggio

      Rispondi

Rispondi