Tanto onore al Principe Carl Philip principe di Svezia per aver dichiarato in pubblico di essere dislessico.

Dichiara di non riuscire a leggere le favole ai propri figli e spesso da giovane veniva schernito e bullizzato per queste sue difficoltà.

La dirette conseguenza di sentirsi “diverso” è sempre la bassa autostima!

Non è mai facile dichiarare la propria sofferenza

La paura è sempre quella di essere presi d’assalto da qualche ignorante di turno.

É stata la mia stessa paura quando ho decido di aprire questo blog!

Ero intimorito, non sapevo se scrivere la mia storia o meno.

La mia sensibilità poteva facilmente essere ferita o calpestata!

Ci ho pensato un po’ prima di scrivere e pubblicare il mio primo articolo.

Per fortuna tutto e andato bene, anzi si sono avvicinate a me persone fantastiche.

Fino al punto di scrivere un libro sulla mia storia “il bambino dimenticato” che ha avuto grande successo e consenso.

Il principe Carl si accorgerà ben presto di tutta l’empatia e la sensibilità che riceverà dopo questa sua dichiarazione.

Le persone come noi hanno una spiccata empatia e sanno sempre come accogliere i cuori infranti.

Auguro al principe che questa sua dichiarazione posso dargli una nuova forza, una nuova consapevolezza che lo porti ad essere fiero di se, ad accrescere la sua autostima.

Basti dire che lui ha vinto la missione più bella della vita umana: La famiglia

Carl famiglia

Acquista i libri Prenota un evento Prossimi eventi
Annunci

Commenti Facebook

Posted by Benny Fera

Psicologo dislessico e autore del libro bestseller "il bambino dimenticato". Si occupa di sensibilizzazione e formazione sui Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA)

Rispondi