Modelli genitoriali da cui cercare di allontanarsi

Abbiamo parlato nell’articolo precedente del “genitore perfetto“, tutti vorremmo esserlo, ma spesso non è facile perché siamo condizionati dall’educazione che abbiamo ricevuto.

L’informazione è importante! conoscere quali sono le caratteristiche educative per crescere dei bambini sereni, da la possibilità di migliorare se stessi.

Oggi vedremo alcuni modelli genitoriali disfunzionali, leggi gli elenchi sotto e tieni a mente se qualche caratteristica ti appartiene.

1. Il genitore molto affettuoso, ma poco autorevole

  • Stile educativo sbilanciato sul versante affettivo;
  • Assenza di un modello educativo chiaro di riferimento;
  • I comportamenti disfunzionali del bambino spesso non sono seguiti da una conseguenza;
  • Sistema di regole deboli;
  • Attribuzione di un significato negativo alla punizione e alla frustrazione;
  • Scarsa capacità di regolazione emotiva da parte del genitore, che tende a non assumere un comportamento autorevole.

Esempi: 1. “il bambino non deve mai sentirsi a disagio o in condizione di provare emozioni spiacevoli”; 2. “Devo fare in modo che mio figlio mi voglia sempre bene, in qualsiasi momento”; 3. “non è grave cedere alle richieste di mio figlio per semplificarmi la vita.”

Possibili effetti sul bambino:

  • Si convince di poter fare ciò che vuole;
  • Non riconosce il ruolo di guida del genitore;
  • Non riesce a tollerare le frustrazioni;
  • Fa fatica a diventare autonomo.

2. Il genitore poco affettuoso, ma molto autorevole

  • Stile educativo sbilanciato sull’autorevolezza;
  • Uso frequente del rinforzo negativo;
  • Frequente uso della minaccia e della punizione;
  • Sistema di regole troppo rigido;
  • Scarsa capacità di autoregolazione emotiva del genitore che tende a perdere il controllo;
  • Tendenza a mortificare il bambino, attraverso critiche alla persone e non al comportamento.

Esempi: “mio figlio deve sempre obbedire perché io sono suo padre/madre”; “Il mio bambino deve fare sempre quello che dico io”; “Solo se mi arrabbio con mio figlio riesco ad ottenere quello che voglio”; “Non è utile lodare o ricompensare mio figlio, cosi lo vizio!”.

Possibili effetti sul bambino:

  • Forte insicurezza, senso di inadeguatezza, ansia, sensi di colpa
  • Comportamenti di sottomissione, passività;
  • Tendenza all’autosvalutazione.

3. Genitore poco affettuoso e poco autorevole

  • Stile educativo poco coinvolto;
  • Uso frequento del rinforzo negativo, associato a scarso uso della punizione e ad assenza di risposte come conseguenza delle azioni;
  • Tendenza a svalutare l’affettività e a sostituirla con regali e aspetti concreti;
  • Incoraggiamento eccessivo alle responsabilità e all’autonomia;
  • Iperinvestimento nell’attività lavorativa

Esempi: 1. “se concedo troppe coccole a mio figlio potrebbe diventare debole”; 2. “Di fronte alle difficoltà non è giusto aiutare il mio bambino perché prima o poi dovrà cavarsela da solo”; 3. “I comportamenti sbagliati di mio figlio tolgono tempo al mio lavoro”.

Possibili effetti sul bambino:

  • Difficoltà di autoregolazione;
  • Tendenza alla sfida delle figure genitoriali.

Conclusioni

Come puoi notare sono ben 3 i possibili stili genitoriali negativi e probabilmente ognuno di noi potrebbe riconoscersi in uno di questi.

Ci tengo sempre a specificare che questi tipi di atteggiamenti sono in gran parte automatici e sono regolati dallo stile genitoriale che abbiamo conosciuto da piccoli.

Spesso è difficile riuscire a interrompere questi atteggiamenti ed è importante un vero e proprio allenamento.

Non è mai troppo tardi per cambiare, ti lascio qui sotto uno spazio per rivolgerti allo psicologo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...