Una volta i mancini venivano costretti a scrivere con la destra, cosa stiamo facendo oggi con i DSA?

Un giorno ricorderemo tutto questo come un brutto sogno

Lo sapevate che una volta i mancini venivano costretti a scrivere con la destra?

Il motivo era di origine religioso, la mano sinistra veniva considerata la mano del diavolo.

Sembra di parlare dell’anteguerra, in realtà ricordo di un mio ex compagno di classe, parliamo degli anni 90, mancino a cui era stato imposto di scrivere con la destra.

Notavo la sua fatica, pur avendo già 15 anni, il mio amico aveva ancora una grafia infantile.

Per quanto lui si sforzasse, la sua scrittura era lenta e non riusciva a migliorare lo stile.

Rimasi dispiaciuto di questo, ed anche lui lo era, mi disse che “così hanno scelto per lui”

Non sto divagando, vorrei semplicemente fare un’analogia con i DSA.

Il mancino per natura usa la mano sinistra come mano dominante, e la destra come supporto.

Il dislessico per natura usa l’emisfero destro come dominante e il sinistro di supporto.

Mi spiego meglio ….

Come il mancino, anche il dislessico ha delle caratteristiche genetiche differenti alla maggior parte della popolazione.

Il dislessico usa maggiormente l’emisfero destro del cervello deputato all’immaginazione e alla creatività. Usa meno l’emisfero sinistro, che è quello deputato alla lettura, scrittura e pensiero logico.

Cosa stiamo facendo oggi con i DSA?

Stiamo costringendo i dislessici a leggere e scrivere piuttosto che a sfruttare le loro capacità creative.

Oggi ci sono i metodi compensativi e dispensativi che cercano di ovviare a questa difficoltà …

Ma vi faccio una domanda..

Continuando di questo passo, riusciranno i dislessici a raggiungere lo stesso livello dei normolettori?

Ne dubito fortemente, è come la storia del mancino che viene costretto a scrivere con la destra.

Oggi nei casi di DSA si mette in atto il “potenzialmente cognitivo”.

Con il potenziamento cognitivo si cerca di stimolare il dislessico ad utilizzare maggiormente il suo emisfero di supporto, cioè il sinistro.

Tutto questo per raggiungere migliori risultati a scuola!

Sembra interessante ma, che ne è della loro autostima, che ne è della loro natura?

Il mancino vuole davvero scrivere con la destra ?

Il DSA vuole davvero passare la vita a leggere e scrivere ?

Ho conosciuto diversi mancini adulti, costretti a scrivere con la destra che ancora oggi portano i segni psicologici di questa barbarie.

Come anche, ci sono molti dislessici oggi con l’autostima a terra e una profonda rabbia dentro per essere stati costretti a snaturarsi per tutti gli anni che hanno passato a scuola.

Quando davvero si cambieranno i metodi educativi scolastici, avremo dimenticato questo incubo.

Ma nel silenzio e nell’ombra ci sarà qualcuno che ancora porterà addosso questo enorme fardello.

Articolo scritto da Benny Fera
Psicologo e autore

Clicca qui per organizzare un evento nel tuo paese con Benny

clicca qui per conoscere i libri di Benny su Amazon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...