DSA e rifiuto scolastico: quali sono le percentuali.

Molti di voi avranno già letto il mio primo libro, nel quale si evidenzia forte e chiaro il rifiuto di andare a scuola, il dolore di dover affrontare una giornata in classe e l’ansia di dover essere sottoposto a stress e giudizio.

Più in superficie c’erano anche i famosi “disturbi di apprendimento” che mi rendevano difficile poter diventare parte attiva della lezione, delle interrogazioni e dei compiti, insomma mi sono sempre sentito in un mondo a parte.

Le difficoltà di questo tipo hanno origine solo nei DSA?

Non penso che mia madre sia stata l’unica a subire il rifiuto scolastico del proprio figlio e le lamentele quotidiane.

Da dove proviene questa difficoltà?

Sappiate che non è solo colpa del DSA, ma dietro, ci sono difficoltà specifiche legate alla relazione con i pari, con l’insegnante, alta sensibilità, come spiega il paragrafo di questo libro che sto approfondendo:

Rifiuto scolastico

Il bambino tipico può rifiutare di andare a scuola per molte ragioni, tra cui essere in ansia, voler evitare lezioni specifiche e voler restare con gli amici fuori dalla scuola.

Di solito, per il bambino con sindrome di Asperger, il rifiuto è dovuto all’ansia.

Per quelli più piccoli può trattarsi di ansia da separazione e non voler lasciare la compagnia della madre; il bambino ha bisogno della presenza di un genitore che rassicura e guida.

La classe può costituire un ambiente molto temibile che suscita un’ansia considerevole, e questo può tradursi in veri e propri segni fisiologici associati, come nausea, mal di testa e problemi intestinali.

Più avanti, nel corso dell’infanzia, il contrasto tra lo stile di vita e le situazioni a casa e a scuola può portare a un rifiuto di quest’ultima.

Il ridotto successo scolastico e sociale, la paura di essere presi in giro e la sensazione di essere travolti dalle esperienze nella classe e nelle aree di gioco possono portare a una reazione fobica nei confronti della scuola.

I programmi di intervento devono innanzitutto determinare quali dei suoi aspetti provocano ansia, incoraggiando poi la riuscita nel lavoro scolastico e nell’integrazione sociale.

Attwood, Tony. Guida completa alla Sindrome di Asperger (Italian Edition) (pp.277-278). Edra. Edizione del Kindle.

So perfettamente che questo paragrafo non parla di Dislessia e DSA, bensì di Asperger.

La Sindrome di Asperger riguarda lievi tratti autistici che rendono complesse le relazioni sociali oltre ad una maggiore attivazione sensoriale verso gli stimoli esterni.

Questi bambini sono spesso rigidi ed abitudinari e fanno fatica a cambiare i loro schemi.

Sono più a loro agio in solitaria e per loro le relazioni sociali non sono qualcosa di fluido e piacevole, ma qualcosa da interpretare, capire ed elaborare che comporta grande stress.

Si parla di Asperger perché bel il 15-20% dei bambini DSA può avere questa caratteristica e non si esclude che la restante parte ne abbia comunque alcuni tratti.

In fondo si tratta sempre di Neurodiversità, non siamo molto distanti da quello che abbiamo appreso fino ad ora sui DSA.

Nel caso dell’Asperger si va più nello specifico sui comportamenti e sui vissuti emotivi, piuttosto che solo e soltanto sulle difficoltà scolastiche che a mio parere sono solo la punta dell’Iceberg.

Insomma bisogna iniziare a guardare bene queste difficoltà perché come abbiamo visto spesso, non bastano gli strumenti compensativi e dispensativi per rendere la vita scolastica del bambino migliore.

Condividi l’articolo se lo trovi interessante.

Se ti interessa approfondire il tema o avere una consulenza personale con me, scrivimi su Whatsapp al numero 3480019600 per fissare un appuntamento in videochiamata.

Se ti interessa una collaborazione formativa presso la tua scuola o associazione compila il form qui sotto

Dr. Fera Benedetto, psicologo esperto DSA e Asperger, Formatore e Autore Amazon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...