chi sono? una domanda che mi faccio spesso …

e tu … ti sei mai chiesto chi sei?

Chi sono è un bel problema È una domanda che mi pongo fin da quando ero bambino. L’indecisione è stato il fulcro della mia vita. Scegliere le scarpe per me era un bel dilemma familiare, tutti si univano per assecondarmi in una scelta. Ancora oggi mi sveglio la mattina pensando: chi sono? e cosa devo fare? Sono quasi arrivato alla convinzione che la risposta alla mia domanda è cosi difficile che ci arriverò dopo un bel po’ di tempo. Ho imparato a vivere, a volermi bene, ad accettarmi come sono. Ma la mia pulsione di capire chi sono, è forte. In passato ho avuto paura di questa domanda, perché mi ha portato alla disperazione. Anche oggi che sono abbastanza equilibrato, provo uno strano senso di inquietudine quando mi sveglio la mattina e mi faccio questa domanda. Dall’esterno, provano a spingermi in tutte le direzioni, cercano di consigliarmi, di aiutarmi, di spronarmi. Ci sono gli artisti, ci sono gli scrittori, ci sono gli elettricisti, ognuno con un proprio ruolo ben definito. Loro hanno capito perfettamente cosa vogliono fare e chi vogliono essere. Io invece continuo a pormi la domanda. Non vorrei che sia proprio nella domanda la risposta. Alla fine il fulcro di questa domanda, deriva da una necessità, e cioè quella di avere un ruolo nella società, che serve per sopravvivere. Ma a me la società non piace, mi piacciono solo poche cose, la persona che amo, le persone simili a me e la natura. Spesso passo tutto il giorno a casa, e sto benissimo, solo dopo mi accorgo che “forse devo uscire un po’”. Lo faccio per camminare; per osservare le persone, che ormai sono diventate le mie cavie; per andare nei parchi a guardare le interazioni tra i bambini e la natura. La maggior parte del tempo leggo libri sulla dislessia, sulla natura, sulle nuove terapie psicologiche e su persone simili a me. Insomma stamattina mi sono svegliato con questa domanda. Ma la sto già abbandonando, perché anche se non so chi sono mi piaccio così Benny Fera Psicologo dislessico e Autore Servizio di formazione e sensibilizzazione DSA Il bambino dimenticato Come viviere da dislessico La scuola dei miei sogni Dislessia: quale scuola? Ti ho lasciato un bacio in stazione Benny fuori classe

3 pensieri riguardo “chi sono? una domanda che mi faccio spesso …”

  1. … Siccome anch’io sogno una vita immersa nella natura e ancora non so chi sono, vengo con te ☺️
    Tornando seri: ho capito che non saprò mai chi sono veramente perché ogni giorno imparo qualcosa di nuovo su di me 😍 e forse questo è un dono meraviglioso…
    Buona serata 😘

    Piace a 1 persona

    1. Ciao amica mia 😀
      È proprio vero, proprio oggi pensavo che il mio pensiero è in continua evoluzione, e questo mi piace, mi affascina!
      Resta solo un piccolo problema, trovare una sistemazione, penso sia più o meno la stessa ansia di una ragazza attempata che non trova marito :P.
      Ne ho bisogno, se non fosse per me, ma almeno per amore della mia metà ❤️

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...