SCRIVI 100 VOLTE

Qual’è il valore educativo della punizione e come influisce sulla psicologia del bambino.

Pensavo fosse solo un lontano ricordo.

Un brutto ricordo.

Da un breve sondaggio sulla pagina facebook io e la dislessia a quanto pare esiste ancora la punizione dello scrivere 100 volte.

Quando la maestra arrabbiata mi diceva “avanti, scrivi 100 volte sul quaderno!

Succedeva perché non mettevo l’accento sulla e oppure perché ero distratto e facevo altro in classe.

Non mi è mai piaciuto fare pesanti analisi tecniche psicologiche sul valore di queste forme punitive, preferisco far parlare il bambino che è dentro di me.

La prima sensazione che provavo quando venivo punito era l’umiliazione, avevo gli occhi della classe puntati tutti su di me ed io mi sentivo un verme, mi sentivo un grosso asino incapace.

La seconda sensazione era la rabbia di non riuscire, per quando io potessi scrivere cento volte la e con l’accento non mi entrava nella testa e questo mi faceva una rabbia incredibile.

Per quando le insegnanti potessero non crederci io non riuscivo a stare attento in classe, il mio cervello rifiutava totalmente quelle nozioni, e per quanto mi sforzassi di stare attento, facevo solo del male a me stesso, un male che partiva dalla stomaco e mi faceva contorcere in ogni mio muscolo.

La terza sensazione era la rassegnazione, pensavo fortemente di essere un incapace, lo dicevo a me stesso continuamente, fino ad assumerne completamente il ruolo.

Venendo al punto, qual’è il valore educativo della punizione?

A cosa serve scrivere 100 volte?

  • Serve a farci sentire diversi e inferiori agli altri.
  • Serve a creare delle grosse carenze nella stima di noi stessi.
  • Serve a creare un’immagine distorta della personalità.

Un contesto sfavorevole può condizionare la vita di una persona.

Ogni giorno subire umiliazioni e punizioni costruisce una personalità debole e remissiva, che non riguarda solo la vita negli anni della scolarizzazione, diventa un morbo che ti porti dentro per sempre!

Benny Fera
psicologo dislessico e autore

I miei libri:

Il bambino dimenticato (autobiografico)

Benny fuori classe

Come vivere da dislessico

Dislessia: quale scuola?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...