Sapete qual’e la caratteristica principale di un leader?

La risonanza emotiva!!

Sarebbe la capacità di comprendere lo stato d’animo degli altri, collegarsi ad esso e trasportarlo in un altro stato.

Una capacità non da tutti!

Considerato che ci sono dei passaggi fondamentali che non puoi sottovalutare

In primis, riconoscere le proprie emozioni e i propri stati d’animo!

Il fatto di riconoscerli contraddistingue il leader come una persona particolarmente sensibile e introspettiva.

Riconoscere le proprie emozioni gli consente di riconoscere anche quelle degli altri.

Un’altra aspetto importante è la sensibilità di capire il clima emotivo delle persone che ti stanno intorno!

Ad esempio se capisci che intorno a te c’è un clima teso eviti di provocare con altrettanta rabbia!

Fondamentale saper trasportare il pubblico da uno stato all’altro

Una volta che il leader ha riconosciuto lo stato emotivo delle persone a cui parla, usa parole di accettazione e accoglienza mettendosi in risonanza emotiva con l’emozione presente.

In questo modo chi ti sta intorno si sentirà risonante rispetto al leader e sentirà di potersi fidare!

Come ultimo passaggio accompagna il pubblico verso uno stato più positivo.

Come si fa a capire lo stato emotivo degli altri?

È una cosa che senti di istinto, lo senti a pelle e condizione il tuo stato d’animo,

Chi è molto empatico come i DSA, non riesce ad essere distaccato dalle.emozioni che gli stanno intorno

Ho più volte messo in evidenza che il cervello DSA è creativo, empatico, emotivo, intuitivo … tutte caratteristiche alla base della leadership.

Io sono DSA

Pensandoci bene, posso affermare di essere stato un leader sin dalla scuola elementare.

Quando la maestra spiegava erano tutti annoiati

Io sentivo su me stesso tutto il peso della noia che dilagava tra i banchi.

In qualche modo mi sentivo responsabile di dover aiutare i miei compagni di classe.

Bastava una piccola battuta per risollevare il morale di tutti.

Infondo è proprio questo che fa un buon leader, riportare il gruppo verso emozioni positive che sono la base di una buona produttività.

Se vuoi leggere alcune delle mie esperienze di classe leggi il libro “Benny fuori classe” che trovi su Amazon!

Seguimi per i prossimi articoli 😉

Seguimi su Instagram per rispondere alle storie
Seguimi su Facebook per i prossimi articoli ed eventi

Annunci

Posted by Benny Fera

Psicologo dislessico e autore del libro bestseller "il bambino dimenticato". Si occupa di sensibilizzazione e formazione sui Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA)

Rispondi