Proposta ai genitori

Ho la possibilità di organizzare un incontro con le famiglie che hanno scelto l’educazione parentale o Homeschooling, come progetto educativo.

I vantaggi di scegliere personalmente gli stili di apprendimento ha dei vantaggi enormi.

Spesso si deve fare i conti con la paura di un genitore di non essere all’altezza.

Questo è il momento di conoscere questo progetto praticamente, attraferso le famiglie di homeschoolers.

Aspetto le vostre adesioni

guarda i dettagli nel video

a presto 🙂

Tutta un’altra scuola

Un esempio di scuola dalla parte dei giovani.

Stupendo incontro sulla libertà scolastica tenutosi a Faenza dal nome tutta un’altra scuola.

Il mio cammino sta prendendo la forma che desideravo.

Ho scoperto che esistono persone che, come me, lavorano su una nuova scuola.

Il tema centrale di tutti i relatori è stata la vita.

Di come l’educazione dovrebbe partire dalle esigenze dei ragazzi.

Di come si dovrebbe coltivare le naturali propensioni dei giovani.

Tra i tanti relatori dell’incontro, vorrei parlarvi di due in particolare:

Andrea ha viaggiato molto ed ha conosciuto personalmente la buona scuola nel mondo.

Andrea sostiene la manualità nelle scuole attraverso l’arte della ceramica, sostiene l’assecondare le propensioni dei giovani senza imposizioni.

Con lui c’è stato molto feeling e ci siamo accordati per una mia collaborazione in alcuni dei suoi progetti rivolti ai bambini.

Sono felicissimo di aver conosciuto Andrea, perché insieme avremo maggiore voce per diffondere il verbo della scuola libera.

Di Maria ho potuto apprezzare la passione e la tenacia.

Con tanta buona volontà ha cambiato le solite e noiose pratiche della scuola statale.

La sua scuola è diventata un esempio europeo di buona scuola.

Pensate, nella scuola i ragazzi gestiscono un orto.

È riuscita a sensibilizzare i giovani al rispetto della natura.

Ha raccolto gli oli esausti della sua scuola, ed hanno trasformato un prodotto ormai inutile in saponette.

 

Penso che la manualità rientra al primo posto nello sviluppo cognitivo.

Ho capito che questo percorso verso una buona scuola è possibile. 

Personalmente cercherò di risvegliare nelle persone un senso civico, ormai assopito da tanto tempo.

alla prossima

Benny

 

 

Scuola Pubblica VS Scuola Libertaria

Esiste una scuola dove i ragazzi posso ‪#‎scegliere‬ cosa ‪#‎imparare‬?
Dove non esistono i ‪#‎voti‬ e i ‪#‎giudizi‬?
Dove sono i ‪#‎giovani‬ i ‪#‎protagonisti‬?
Dove le regole si costituiscono in ‪#‎democrazia‬?
SI, esiste, si chiama ‪#‎scuola‬ ‪#‎libertaria‬.
Un esempio ne è Summerhill School
vediamo nel video alcune differenze con la scuola ‪#‎pubblica‬.
Educazione libertaria

 

La scuola libertaria

Ti sei mai chiesto quel’è la scuola ideale? Un esempio è la scuola libertaria.

Il mio percorso di conoscenza su una scuola diversa continua.

Sono interessato ad approfondire le “alternative” alla scuola statale.

La mia curiosità, mi ha portato alla conoscenza dell’educazione libertaria.

Si tratta di un tipo di educazione che io definirei “bambino-centrica“.

Si parte dagli interessi dei ragazzi, chiedendo loro effettivamente cosa desiderano imparare.

Ovviamente ci sono a disposizione tutti i corsi possibili:

  • storia
  • geografia
  • matematica
  • italiano
  • artigianato
  • recitazione
  • musica…..

Insomma ce n’è per tutti i generi.

per approfondire puoi leggere i ragazzi felici di summerhill

“Liberi di imparare” di F. Codello

guarda questo breve video summerhill

A questo punto sarà il bambino a scegliere a quali corsi partecipare, in base alle sue volontà.

Non esistono le valutazioni!

Questa scelta spaventa un po’ i genitori ed ha spaventato un po’ anche me.

Però ho fatto una riflessione

… io ho frequentato le scuole per anni e anni, posso effettivamente quantificare il mio apprendimento scolastico pari all’1% di tutto quello che mi è stato proposto.

Inoltre i miei voti sono stati sempre pessimi, e mi hanno portato a pensare di essere pessimo.

Sono cresciuto timido e introverso, con la continua paura di sbagliare ed essere “valutato”.

Posso solo immaginare cosa sarei riuscito ad essere se solo fossi stato “libero” di scegliere.

La convinzione degli adulti è che i bambini non siano in grado di compiere delle scelte.

Tutt’altro, i bambini sanno perfettamente cosa vogliono, ma vengono inibiti a scuola, dove esprimere le proprie idee è considerato un errore, fuori dagli schemi.

Ho intenzione di andare avanti, voglio continuare a studiare per capirci di più e alla fine tirare le somme su quale, secondo me, è il miglior modo di educare e quindi di apprendere.

“L’educazione, è molto più del semplice apprendimento, è una scelta di vita.”

“La libertà crea la felicità, la repressione crea violenza.”

A presto

Benny

seguimi anche su facebook io e la dislessia