Come la scuola può trasformare la vita di un bambino

La scuola può diventare un incubo senza via di uscita.

“PERCHÉ MI HAI FATTO NASCERE!?”

“VOGLIO MORIRE!!”

Ero disperato, odiavo la scuola.

La mattina prima di andare a scuola e la sera dopo aver passato molte ore sui libri con la rabbia in faccia esprimevo tutta la mia disperazione ai miei genitori.

Quando sei un bambino nessuno ti ascolta, a scuola DEVI andarci, e non c’è stato verso di mettere fine a questa sofferenza.

Ogni secondo passato in classe era come un carcere per me.

L’odore di chiuso e il suono stridulo delle spiegazioni interminabili degli insegnanti hanno lentamente assopito la mia gioia di bambino.

Non avevo più spazio, dopo 6 ore di scuola l’unico momento libero era il pranzo, subito dopo bisognava iniziare a fare i compiti e il mio cuore si straziava.

Mal volentieri passavo ore sui libri e al doposcuola senza capirci niente, immaginando la mia libertà.

Il desiderio di correre per i campi, di sentire l’odore dell’erba fresca, di osservare il comportamento degli animali, era questo ciò che amavo.

Non era prevista la libertà.

“Un ciuccio deve stare più ore sui libri per diventare bravo”

Preferivo morire piuttosto che fare quella vita

Urlavo a mia madre “perché mi hai fatto nascere, voglio morire” con gli occhi colmi di lacrime e rabbia.

La stessa rabbia che ho riversato contro me stesso dicendomi che ero un fallimento senza speranza.

Oggi sono adulto e per nulla al mondo rinuncerei alla mia libertà.

Incontro genitori, insegnanti e bambini per raccontare la mia testimonianza e far capire loro quanto male si può fare a un bambino.

Benny Fera

psicologo dislessico e autore

I miei libri:

Il bambino dimenticato (autobiografico)

Benny fuori classe

Come vivere da dislessico

Dislessia: quale scuola?

Il voto inibisce il bambino

Il voto può diventare un limite per alcuni bambini.

Molto discusso il tema del voto a scuola.

Sono sempre stato scettico riguardo al voto in quanto oltre a dividere i bambini da bravi e ciucci, può diventare un limite. Continua a leggere “Il voto inibisce il bambino”

Il potere dell’immaginazione

Immagina un’arancia.

Immagina di tagliarla a metà e di sentirne il profumo.

Infine immagina di fare una spremuta e poi di sorseggiarla.

Prova a fare questo esercizio ad occhi chiusi e ti accorgerai che riuscirai realmente a sentire il profumo e il sapore dell’arancia … eppure quell’arancia non esiste realmente. Continua a leggere “Il potere dell’immaginazione”

Scuola e Dislessia

Non si può parlare di ‪#‎dislessia‬ se non si parla di ‪#‎scuola‬
La scuola è ferma al 1923
Attualmente la scuola non offre un modello complementare alla vita.
Abbiamo perso i valori della ‪#‎natura‬ che stiamo distruggendo
Abbiamo perso i valori della ‪#‎creatività‬ che abbiamo soppresso.
Abbiamo perso i valori dell’‪#‎emotività‬ che crea sempre più disagi di ‪#‎ansia‬e ‪#‎depressione‬ tra i giovani
Guarda il mio pensiero nel ‪#‎video‬