Dislessia e difficoltà visive, parliamo della Sindrome di Irlen e i suoi sintomi.

Probabilmente non hai mai sentito parlare della Sindrome Di Irlen, eppure da alcuni studi pare che possa influenzare le procedure legate alla lettura.

Andiamo con ordine, di cosa stiamo parlando?

È stato stabilito che la percezione visiva delle persone dislessiche è diversa da quella dei normali lettori (Jordan. 1972).

Irlen scoprì che una disfunzione percettiva visiva, può causare distorsioni del testo e dell’ambiente. Il problema non è l’elaborazione delle informazioni, ma l’incapacità di farle passare attraverso il canale visivo.

Queste persone sono sensibili a particolari lunghezze d’onda e frequenze dello spettro della luce bianca, che portano ad un rapido affaticamento dopo soli brevi periodi di lettura, dando cosi origine a disabilità di lettura, mal di testa e stress.

Irlen ha chiamato questi sintomi “sindrome della sensibilità scotoscopica” oggi nota come “sindrome di Irlen“.

La sindrome di Irlen si verifica in persone con disturbo dell’apprendimento (DSA), della lettura, disturbi dello spettro autistico e altri disturbi dello sviluppo.

Qui sotto includo una lista di sintomi da cui si può capire se si rientra nella casistica:

  • Sensibilità alla luce: difficoltà alla concentrazione o disagio con illuminazione fluorescente, luce solare intensa, abbagliamento o luci di notte.
  • Sensibilità al colore o al contrasto: problemi di contrasto elevato, come nero su bianco, colori brillanti, e pattern movimentati come strisce e pois.
  • Scarsa risoluzione del carattere scritto: difficoltà a leggere testi, numeri o note musicali. I problemi possono includere. lettere che si spostano, ballano, si sfocano, si raddoppiano, si agitano, scintillano, o scompaiono.
  • Campo di riconoscimento ristretto: impossibilità di leggere lettere, numeri, note musicali o parole in gruppo, o di vedere insieme gli oggetti nell’ambiente. Questo si traduce in problemi di tracciamento, nella corretta identificazione delle parole, o nella capacità di leggere velocemente.
  • Deficit di attenzione: problemi di concentrazione durante lo svolgimento di compiti, come leggere, scrivere, usare il computer, guardare e anche ascoltare.
  • Scarsa percezione della profondità: incapacità di giudicare le distanze o le relazioni spaziali che influenzano la coordinazione motoria fine e grossa. Può essere insicuro o avere difficoltà con scale mobili, scale, sport con la palla o la guida.
  • Stanchezza e affaticamento: i sintomi fisici sono variegati e comprendono fatica, stanchezza, mal di testa, agitazione, distraibilità e iperattività.

Spesso chi soffre della sindrome di Irlen non è consapevole del fatto che ciò che vede è anormale.

Chi si è sottoposto ad esami per la sindrome di Irlen ed ha ottenuto delle lenti di Irlen, ha potuto sperimentare quanto fosse grande la differenza rispetto a prima: potevano finalmente vedere il mondo in modo chiaro e completo.

In genere è l’Ortottista che si occupa di questa sindrome. A mio parere è meglio informarsi prima se il medico al quale vi rivolgete è a conoscenza di questo disturbo.

Dr. Fera Benedetto, Psicologo esperto DSA, autore e formatore.

1 commento su “Dislessia e difficoltà visive, parliamo della Sindrome di Irlen e i suoi sintomi.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: