Destra o sinistra? dilemma dislessico!

Categorie vs dislessia

 Un dilemma rimasto irrisolto per almeno 15 anni.

Non so esattamente cosa succedeva nella mia testa, sapevo esattamente dove dovevo andare, ma se avessi dovuto nominare “destra o sinistra?”, iniziava il panico.

Se qualcuno mi chiedeva: “dove devo andare?” Iniziava la segnaletica “a mano”.

Con Papà in auto: “da dove devo andare?”

Io (con fare serio): “di la! –>”

Papà: “non sai dire destra o sinistra?”

Me ne vergognavo, dovevo assolutamente porre rimedio, perché queste situazioni si facevano sempre più imbarazzanti, mano mano che crescevo.

In questo “gioco della destra e la sinistra” mio padre è stato un pò mio complice.

Dovete sapere che la dislessia ha anche una percentuale di fattore genetico, quindi in qualche modo anche mio padre doveva essere stato “bello incasinato” quando era piccolo. Poi ognuno trova le sue strategie, e lui me ne consiglio una:

“Benedetto! È semplice! La destra è la mano con cui mangi!”

Pensai: “Ma si, cazzo, ha ragione! Come ho fatto a non pensarci prima?”

In realtà non ci pensai prima perché non me ne fregava assolutamente niente delle etichette, ero troppo impegnato a fantasticare.

Da allora ho dovuto fare un allenamento.

Quando dovevo nominare la direzione a qualcuno, facevo tutto un calcolo a mente:

Pensavo: “Allora, “di la” è in direzione della mano con cui mangio, la mano con cui mangio è la destra, quindi è destra”

oppure:

pensavo: “allora, questa è più difficile, se “di la” è la direzione opposta rispetto alla mano con cui mangio, e la mano con cui mangio è la destra, allora sarà sinistra!”

Per la destra era più facile, invece per la sinistra dovevo rifare un controllino rifacendo il calcolo per essere sicuro.

All’inizio ero lento in questo gioco, poi con il passare del tempo sono diventato sempre più veloce, ho acquisito bene la scorciatoia mentale che arriva alla soluzione.

Anche ora che ho più di 30anni, uso la stessa strategia, ma adesso sono un campione di velocità :D. Sì perché mentre prima facevo riferimento sempre alla mano destra per trovare la direzione, oggi ho fatto pace con la mano sinistra ed ho stipulato un patto di iniziazione con essa: “ti dichiaro MANO SINISTRA!, quella che non serve a un cazzo! Però da oggi mi dirai la direzione!”

Ecco perché ai tempi odierni a scuola tra i metodi compensativi per la dislessia è previsto “più tempo a disposizione per le prove scritte”.Perché immaginate voi quanto tempo si perde ad utilizzare le strategie mentali alternative!

Ciao a tutti, dislessici e non 🙂

A Presto

Benny

seguimi anche su facebook io e la dislessia

Annunci

2 thoughts on “Destra o sinistra? dilemma dislessico!”

  1. 😅 comprendo perfettamente… Anche se io so esattamente qual è la destra e la sinistra, ma prima di pronunciare la parola ho un micro-attimo di pausa (non si accorge nessuno) ma in quel nano secondo è come se dovessi resettare qualcosa… Non so dirti che ragionamento faccio, ma qualcosa elaboro di sicuro… 😁 e poi dicono che la vita è facile 😜
    Buona serata 😘

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...