lettere e numeri

#lettere e #numeri??? BASTA!!

La mattina lettere e numeri a #scuola
Il pomeriggio lettere e numeri a #casa
Oggi i #dislessici non hanno una vita perché passano la maggior parte del tempo a combattere con lettere e numeri, con ovvie ripercussioni sull’#autostima.
Le lettere e i numeri sono l’unico mezzo per apprendere?
guarda il #video

Scuola e Dislessia

Non si può parlare di ‪#‎dislessia‬ se non si parla di ‪#‎scuola‬
La scuola è ferma al 1923
Attualmente la scuola non offre un modello complementare alla vita.
Abbiamo perso i valori della ‪#‎natura‬ che stiamo distruggendo
Abbiamo perso i valori della ‪#‎creatività‬ che abbiamo soppresso.
Abbiamo perso i valori dell’‪#‎emotività‬ che crea sempre più disagi di ‪#‎ansia‬e ‪#‎depressione‬ tra i giovani
Guarda il mio pensiero nel ‪#‎video‬

Personalità Dislessica #3

‪#‎puntata3‬

In questa ultima puntata video delle caratteristiche della ‪#‎personalità‬‪#‎dislessica‬ parleremo di:

‪#‎udito‬ ‪#‎linguaggio‬ ‪#‎memoria‬ ‪#‎percezione‬ ‪#‎comportamento‬ ‪#‎salute‬‪#‎sviluppo‬ e #personalità

Io sto con i bambini

Nel meraviglioso contesto diforte  Marghera, Mestre, abbiamo concluso la rassegna del corso di artigianato.

Abbiamo ospitato 50 bambini abbastanza liberi 🙂

Una giornata che definirei “alla conquista dell’adulto

Personalmente credo alla parità e al non giudizio.

Con i bambini mi lascio andare senza paura, e loro lo sanno.

Quando vedono un adulto disponibile a giocare con loro e ad ascoltarli, sono attratti da un rapporto magnetico.

Mi hanno accettato in qualsiasi loro gioco segreto.

Mi hanno ingaggiato in tutte le loro attività.

Non lo permettono a tutti, perché si tratta della loro fantasia, e sanno che spesso l’adulto è pronto ad interrompere la magia.

Ho conquistato la loro fiducia.

  • Lotta
  • Corsa
  • Solletico
  • Recitazione
  • Rap cantato 
  • Esplorazione
  • Scoperta di animali
  • Gioco simbolico
  • Il volo
  • Domande 
  • Lancio dei sassi
  • Riflessioni sul comportamento
  • Sistemazione tavoli e sedie

Ho notato che hanno una voglia pazza di collaborare in qualsiasi lavoro tu faccia.

Molto spesso noi adulti evitiamo ai bambini alcuni lavori, ma non sono d’accordo, se i bambini vogliono, a modo loro, possono dare una mano.

Quando mi chiedevano: “posso aiutarti?!?”

Per me era come sentire: “posso imparare?!

La mia risposta è stata sempre si!

Giocare con i bambini è l’unico modo per imparare insieme a loro.

Il gioco è il momento in cui sono nel massimo dell’apprendimento.

Arriva sempre l’occasione per offrirgli un tassello in più alla loro conoscenza.

Basta aspettare che le domande arrivino spontaneamente.

Le limitazioni che imponiamo ai bambini, sono frutto delle nostre paure .

Impariamo a dire “ho paura che tu ti faccia male” invece di “questo non si fa!”

I bambini vedono nell’adulto una figura di riferimento

Hanno una voglia pazza di scoprire l’adulto senza maschere e di farlo entrare nel loro mondo.

Io sto con i bambini, perché sono puri, sinceri, felici, liberi …. Ed io sono proprio come loro 🙂

La natura è la droga più potente per i bambini.

Liberiamo i bambini dalle mura scolastiche.

Benny 

Identità rubata

Mi hanno rubato l’identità.

A scuola ho imparato che è sbagliato sbagliare.

A scuola ho imparato che era meglio stare in silenzio.

A scuola ho imparato che la scuola comanda!

A scuola ho imparato che se non sei come la scuola ti vuole, non sei nessuno.

La mia identità è stata fatta a pezzi ancora prima di formarsi.

Non potevo pensare con la mia testa, perché la mia testa pensava “sbagliato”.

Ho avuto sempre difficoltà a prendere decisioni.

Hanno sempre deciso gli altri per me:

  • Che studi dovessi intraprendere
  • Che partito politico dovessi votare
  • Quale religione dovessi seguire
  • A che gruppo dovessi appartenere
  • il modo di studiare
  • il modo di pensare

A volte la mia identità è stata anche presa e usata a mia insaputa.

Non riuscivo a capire nemmeno cosa fosse l’identità e il pensiero mio.

Ero fragile.

Sono uscito dagli studi nel 2012.

Ci ho messo 2 anni per disintossicarmi, tra terapie psicologiche e meditazione.

Adesso la mia identità esiste e vuole parlare a gran voce.

Combatterò fino alla fine per difendere l’identità dei bambini!

Hai letto tutta la mia storia? clicca qui >>> IL BAMBINO DIMENTICATO

a presto

Benny Fera 😉