LA SENSIBILITÀ DI UN DISLESSICO

Alcune persone possiedono una sensibilità che non ti lascia scampo

Stamattina mi sono svegliato con un senso di sgomento

Un senso di pianto.

Sento che c’è qualcosa che non va

Era da un po’ che non provavo la sensazione di svegliarmi senza la voglia di tirarmi su dal letto, è il chiaro segno che vuoi rimanere nascosto da qualcosa che ti spaventa. Continua a leggere “LA SENSIBILITÀ DI UN DISLESSICO”

Annunci

Ferrara Sharing Festival

Un festival all’insegna della condivisione.

Si è parlato di un’economia che cambia, passando dal capitale allo scambio.

Lo scambio di beni propri che porta ad una riduzione degli sprechi, dell’inquinamento e ad una riscoperta dello stare bene insieme.

Ho notato una difficoltà, insita nella mente umana, che risponde all’esigenza di competere e di primeggiare.

In questo periodo economico non è possibile primeggiare, perché il denaro ha perso il suo valore.

La ragione ci porta a pensare che forse è meglio fare un passo indietro e rivedere la forma dello scambio.

Ho riflettuto sulla difficoltà di noi Italiani  di arrivare ad una concezione più comunitaria dei beni.

La difficoltà deriva dalle radici culturali del nostro paese.

Il primo incubatore di discriminazione e competizione è la scuola. 

Vince il più bravo, vince il più furbo, vince un modello ideale di consumatore.

Viene premiato chi è bravo a ripetere la lezione a discapito di chi esprime un punto di vista.

A scuola, non esiste alcuna forma di comunità e di scambio.

È ovvio che la scuola è diventata un incubatore di insuccesso in una società che sta cambiando.

Uniamo le forze, lottiamo insieme verso il cambiamento

Cambiamento che avverrà comunque, che tu lo voglia o no!

Benny