Il Teorema di Pitagora

Vi siete mai chiesti:

“A cosa serve il Teorema di Pitagora?”

beh non è una semplice formula da imparare a memoria

Ma serve ad aiutare gli gnomi della montagna

guarda nel video

A scuola si parte sempre al contrario

Invece secondo me il modo migliore per imparare qualcosa è sempre scoprirne l’utilità

A presto Benny

Il diritto del bambino al rispetto

Bellissimo libro quello del dottor Korczak.

Un pediatra votato all’educazione e alla difesa dei diritti dei bambini al tempo delle dittature.

Lo definirei un manuale.

Contiene tutte le informazoni sul punto di vista del bambino, che noi adulti non vediamo.

La tendenza del l’adulto è quella di prevaricare i bambini.

Di usare la forza fisica e psicologica su di loro.

La naturale libertà del bambino, mette in difficoltà l’adulto che vive in schemi prestabiliti.

Mi ha riportato indietro nel tempo.

Quando ero piccolo, le fatiche che dovevo sopportare a causa della scuola erano enormi.

Costretto a stare attento e immobile in classe.

Costretto a studiare a casa con la forza.

Urlavo spesso ai miei genitori:

Io non dovevo nascere! Perché mi avete fatto nascere!”

Parole dettate dalla sofferenza.

Leggete il libro è liberatevi dal pregiudizio, i bambini vi faranno conoscere la libertà che avete dimenticato.

Benny

L’assalto dei buoni

un’esperienza diversa tra i bambini

Oggi sono stato in tre classi elementari di Mestre.

Non so cosa esprime la mia faccia, o cosa dicono i miei gesti, ma i bambini appena mi vedono mi assalgono letteralmente.

Io sto bene con loro e loro stanno bene con me.

Io li ascolto.

Io li sostengo.

Io li rispetto.

Io gioco con loro.

Io li capisco.

Oggi se avessero potuto, avrebbero fatto tanti pezzettini di me, per dividermi tra di loro.

Non c’è maestra che tenga, loro appena mi vedono mi vengono incontro in massa ed iniziano a farmi 3000 domande.

Come ti chiami?

Quanti anni hai?

Di dove sei?

Ovviamente le stesse domande ripetute da ognuno, perché ognuno di loro vuole sapere, ognuno di loro è curioso.

Le mie risposte cambiavano sempre, perché mi piace lasciarli un po’ disorientati, per dare loro la possibilità di conoscermi senza etichette e senza stereotipi.

Ho detto che avevo 63, 62, 38, 45, 33, 34 anni … ed a loro sta bene cosi.

Poi hanno immaginato che io fossi un attore del telefilm “il segreto”, e tutti, nessuno escluso, hanno voluto un autografo, chi sul braccio, chi sulla mano. Ma non uno alla volta, avevo più di 20 braccia e mani contemporaneamente davanti a me.

Ognuno voleva farmi vedere le sue capacità, le sue doti, hanno addirittura inscenato un teatro per me.

Alla fine hanno scritto sulla lavangna “ciao Benedetto”, e mi sono emozionato 😀

questa è una delle loro creazioni di creta:

IMG_7683
Il castello di angry birds

Quello che ho imparato da questa esperienza:

La curiosità dei bambini è tipica, basta lasciarli liberi ed imparano da soli.

Gli insegnanti sono davvero in difficoltà, è difficilissimo tenere un gruppo cosi articolato di bambini, ognuno diverso, ognuno con le proprie esigenze.

I bambini hanno bisogno di essere ascoltati, a volte li sottovalutiamo perché sono “bambini”, ma sono molto intelligenti e creativi, da loro si può imparare molto, hanno una visione del mondo ancora svuotata da pregiudizi dei quali noi adulti siamo pieni.

I genitori dovrebbero dedicare più tempo ai loro figli, ma non a fare i compiti, semplicemente ad ascoltarli e a giocare con loro.

Giornata stancante, ma felice.

Alla prossima

Benny 🙂

seguimi su fb: io e la dislessia

 

 

Mi spiace ma non fa per te

A scuola si va per imparare.

Si impara attraverso la lettura, la scrittura, e il calcolo.

Se invece a te piace…

  • ballare

  • cantare

  • giocare

  • chiacchierare

  • allevare

  • cacciare

  • pescare

  • fare sport

  • cucinare

  • ricamare

  • usare attrezzi

  • smontare e rimontare

  • costruire

  • osservare la natura

  • suonare uno strumento

  • viaggiare

  • dipingere

  • fotografare

  • giocare alla play

  • esprimere le tue opinioni

  • guardare le stelle

  • esplorare

  • ….. aiutatemi voi a completare la lista 🙂

….. Allora mi spiace ma la scuola non fa per te 😦